Progetti

POR Campania FESR 2014-2020

PON

  • CADS - Creazione di un Ambiente Domestico Sicuro, codice ARS01_00920, finanziato nell'ambito del PON "RICERCA E INNOVAZIONE" 2014 - 2020 E FSC, di cui all'avviso D.D. del 13 luglio 2017 n. 1735. Durata: 2020-2022. Coordinatore scientifico UNINA: Prof. Ing. Andrea Prota.
    Partners: EUCENTRE, Università Enna Kore, STRESS Scarl (con i soci: Università degli Studi di Napoli Federico II, Università degli Studi del Sannio, Consorzio Tre, Sea Costruzioni Srl, Tecnosistem Spa), Consorzio Dhitech (con UniSALENTO), Istituto Universitario di Studi Superiori IUSS Pavia, La Tecnica nel Vetro Srl, Biotecnomed Scarl, Sib Case Mobili Srl, ETA Spa, Edil Vetro Srl
  • INSIST: Sistema di monitoraggio intelligente sicurezza infrastrutture urbane, codice ARS01_00913, finanziato nell'ambito del PON "RICERCA E INNOVAZIONE" 2014 - 2020 E FSC, di cui all'avviso D.D. del 13 luglio 2017 n. 1735. Durata: 2019-2022. Coordinatore scientifico UNINA: Prof. Ing. Edoardo Cosenza. Coordinatore scientifico DIST: Prof. Ing. Domenico Asprone.
  • PROSCAN: Strumenti micro-meccanici e robotici per la diagnosi e la terapia del cancro della prostata, codice ARS01_01384, finanziato nell'ambito del PON "RICERCA E INNOVAZIONE" 2014 - 2020 E FSC, di cui all'avviso D.D. del 13 luglio 2017 n. 1735. Durata: 2018-2021. Coordinatore scientifico: Prof. Ing. Massimiliano Fraldi.

Progetti europei

  • DREAMERS: Design REsearch, implementation And Monitoring of Emerging technologies for a new generation of Resilient Steel buildings. Il progetto DREAMERS si prefigge lo scopo di dimostrare l'applicabilità su edifici di acciaio di nodi dissipativi ad attrito sviluppate nell'ambito del progetto di ricerca FREEDAM-RFCS e valutare il corrispondente incremento delle prestazioni sismiche. L'obiettivo finale è la costruzione di un edificio di acciaio a due piani (800 m2) dotato di giunti di attrito FREEDAM per raggiungere livelli di prestazioni più elevati rispetto ad altre tecnologie attualmente disponibili. Il progetto affronta tutti gli aspetti progettuali e costruttivi, con una visione olistica, compresi gli impianti architettonici, strutturali/non strutturali, meccanici ed elettrici. L'edificio sarà, inoltre, concepito per soddisfare gli obiettivi di sostenibilità suggeriti dal protocollo LEED. Durata: 2021-2025. Responsabile Scientifico: Prof. Ing. Raffaele Landolfo.
  • FREEDAM PLUS: Valorisation of knowledge for FREE from DAMage steel connections. Grant Agreement No. 899321. E' un progetto di divulgazione scientifica di durate biennale che si prefigge lo scopo di finalizzare gli studi intrapresi ne precedente progetto RFCS-FREEDAM e di diffonderne i risultati attraverso la stesura di linee guida, documenti pre-normativi e seminari. Durata: 2020-2022. Responsabile Scientifico: Prof. Ing. Raffaele Landolfo.

Progetti nazionali

  • PRIN 2017 - 3D printing: a bridge to the future. The major project target is to apply advanced computational methods to the world of 3D printing (3DP), bridging the gap between material/technology expertise and design tools, making 3DP an even more effective manufacturing technology. Today, 3DP is in fact becoming more and more extensively adopted but the knowledge of 3DP production process and the completely new freedom in component design and optimization is not fully taken into account. Based on such considerations, the project will take advantage of advanced computational methods to improve the understanding of the mechanical behavior of 3D printed components (also through micro-macro and multi-scale modeling approaches) and to propose optimization tools specifically designed for 3DP production processes. The newly proposed methodology will be applied to the study of innovative applications, to be tested through (materials and technologies) experimental validation campaign. Coordinatore: Prof. Ing. Domenico Asprone.
  • PRIN 2017 - DETECT-AGING: Degradation Effects on sTructural safEty of Cultural heriTAGe constructions through simulation and health monitorING. Il progetto è finalizzato allo sviluppo di un nuovo approccio analitico-strumentale per la valutazione quantitativa degli effetti dell'invecchiamento e del degrado dei materiali sulla sicurezza strutturale del patrimonio culturale, con particolare attenzione alle strutture in muratura. Attraverso un'elaborazione congiunta di monitoraggio e simulazioni strutturali per la mitigazione del rischio proattivo, saranno fornite indicazioni e strumenti operativi per l'identificazione e la quantificazione del danno strutturale, per la gestione del patrimonio culturale costruito. Coordinatore: Prof. Ing. Gian Piero Lignola.
  • PRIN 2017 - InteMA-PreMed: Integrated Mechanobiology Approaches for a PREcise MEdicine in Cancer Treatment. Tramite modelli multifisci multiscala in grado di ricostruire i principali segnali di meccano-trasduzione che collegano dinamiche competitive tra cellule con crescita macroscopica di tessuti, il Progetto ha l'obiettivo di  realizzare un approccio integrato per la simulazione dello sviluppo di  tumori solidi. La ricerca prevede sia l'utilizzo di modelli fisico-matematici di tipo teorico e la loro implementazione numerica, sia la verifica sperimentale dei risultati in laboratorio. Lo scopo è quello di contribuire ad una più profonda comprensione della meccano-biologia dei tumori e identificare strategie di supporto alla medicina di precisione. Coordinatore: Prof. Ing. Massimiliano Fraldi.
  • PRIN 2017 - Life-long optimized structural assessment and proactive maintenance with pervasive sensing techniques. Il progetto è finalizzato al monitoraggio in tempo reale e a lungo termine, ed alla valutazione strutturale di costruzioni esistenti e nuove. Il monitoraggio viene eseguito tramite dispositivi avanzati e strategie, basate sul concetto di sensing pervasivo della struttura e algoritmi progettati ad-hoc per la gestione dei dati a livello di dispositivo ed a livello centrale. A tal fine nel progetto si prevede di utilizzare sensori intelligenti basati su MEMS a basso costo. Coordinatore: Prof. Ing. Marco Di Ludovico.
  • PRIN 2017 - MATISSE (Methodologies for the AssessmenT of anthropogenic environmental hazard: Induced Seismicity by Sub-surface geo-resources Exploitation). Il progetto MATISSE punta a sviluppare ed implementare le tecnologie necessarie per identificare e quantificare i rischi legati alla sismicità indotta. I terremoti antropogenici costituiscono uno degli impatti maggiori connessi allo sfruttamento delle geo-risorse. Le operazioni che comprendono iniezioni di liquidi durante le attività industriali, come ad esempio le attività legate allo sfruttamento di petrolio, gas e a quello geotermale, molto spesso inducono le attività microsismiche, e in determinate circostanze, finiscono in ri-attivare le faglie esistenti, causando eventi di grandezza significativa. Sarà sviluppato un approccio multi-hazard ai fini di valutare gli effetti negativi sull'ambiente causati dallo sfruttamento sotto-superfice delle geo-risorse. Il fracking (hydraulic fracturing, un processo che stimola la produzione di formazioni molto compatte di argilla) e l'iniezione di fluidi e acqua di scarto (associati ai processi di stimolo oppure ai processi di produzione) sono stati individuati come le due operazioni principali condotte nel contesto del processo di sfruttamento sotto-superfice delle geo-risorse. Coordinatore: Paolo Capuano. Coordinatore locale: Fatemeh Jalayer.
  • PRIN 2017 - MIMS: Multiscale Innovative Materials and Structures. Il progetto è volto ad approfondire conoscenze fondamentali nella meccanica dei materiali multiscala. Tale categoria include una vasta gamma di materiali che va dai reticoli multifunzionali ai  nanocompositi. L'applicazione si rivolge alla progettazione di materiali e strutture non convenzionali con proprietà principalmente derivate dalla loro progettazione geometrica. Vi è un crescente interesse per i metamateriali multiscala e una grande richiesta ad esplorare il potenziale di tali sistemi in applicazioni di ingegneria di interesse per le attività quotidiane. Il progetto sviluppa materiali e strutture non convenzionali e multiscala in settori dell'ingegneria in rapida espansione. Tra di essi: edifici intelligenti, dispositivi antisismici e monitoraggio della salute strutturale. Coordinatore Unità di Napoli: Prof. Ing. Raffaele Barretta.
  • PRIN 2017 - SURMOUNT: Innovative Systems for the UpgRade of MasOnry structUres and Non sTructural elements. Il progetto riguarda lo sviluppo di tecniche innovative di rinforzo per edifici in muratura, finalizzate a migliorare la sicurezza degli elementi strutturali e non strutturali, con particolare riferimento alle loro connessioni. Attraverso l'analisi dell'efficacia di diversi tipi di compositi FRCM e di barre in composito per iniezioni armate, con prove sperimentali e tecniche di monitoraggio avanzate, saranno fornite indicazioni di progetto, anche con modelli predittivi, come strumenti operativi fondamentali nella filosofia del "minimo intervento" per il costruito storico. Coordinatore: Prof. Ing. Andrea Prota.
  • RELUIS-DPC 2019-2021
  • reSTART School - Finanziato dal Programma STAR – Università di Napoli Federico II & Compagnia San Paolo. Principal Investigator: Prof. Ing. Marco Di Ludovico. Durata: 2018-2021.

Progetti conclusi

  • COST action C26
  • COST C12 WG2
  • ELISSA (Energy Efficient LIghtweight-Sustainable-SAfe-Steel Construction) è un progetto di ricerca europeo finanziato nell'ambito del "7th Framework programme" volto allo sviluppo e alla diffusione di sistemi costruttivi modulari realizzati in acciaio formato a freddo, recentemente concluso. I sistemi costruttivi investigati sono sistemi a secco, leggeri e prefabbricati, in grado di garantire elevati standard prestazionali nei confronti dell'isolamento termico, della risposta sismica, del controllo delle vibrazioni e della resistenza al fuoco. L'analisi delle diverse prestazioni è stata effettuata mediante un'estesa attività sperimentale e numerica organizzata su tre livelli: micro, meso e macro scala. Coordinatore UR UNINA: Prof. Ing. Raffaele Landolfo.
  • EnCORE
  • EQUALJOINTS
  • Equaljoints PLUS: è un progetto di divulgazione scientifica finanziato dal fondo europeo "Research fund for Coal and Steel", che nasce con l'obbiettivo principale di promuovere e valorizzare i criteri di prequalificazione sismica di connessioni in acciaio trave-colonna sviluppati nell'ambito progetto europeo Equaljoints, recentemente concluso. Tale attività di divulgazione, promossa anche attraverso seminari e workshop organizzati in Europa e negli Stai Uniti, si intende rivolta non solo alle istituzioni accademiche, ma anche e in particolar modo al mondo dei progettisti, costruttori e produttori di carpenteria metallica. Coordinatore scientifico: Prof. Ing. Raffaele Landolfo.
  • ERGO è il terminale grafico dimostrativo, attualmente installato presso la sede DiSt di via Claudio, di un sistema di Allerta Sismica Preventiva dei terremoti (Earthquake Early Warning) che si basa sulla rete sismica ISNet di AMRA Scarl realizzata per applicazioni di Early Warning nella regione Campania. Responsabili scientifici: Prof. Ing. Gaetano Manfredi, Prof. Aldo Zollo.
  • fib SAG 6
  • FREEDAM (Free Damages) è un progetto di ricerca Europeo, finanziato dal fondo europeo "Research fund for Coal and Steel" il cui obbiettivo è quello di sviluppare innovative connessioni trave-colonna in acciaio in grado di superare eventuali eventi sismici senza subire alcun danno, grazie a specifici dispositivi ad attrito collocati al livello della trave connessa e capaci di dissipare l'energia sismica in ingresso. Coordinatore UR UNINA: Prof. Ing.Raffaele Landolfo.
  • FUTURE: Full-scale experimental validation of steel moment frame with EU qualified joints and energy efficient claddings under near fault seismic scenarios - SERA (Seismology and Earthquake Engineering Research Infrastructure Alliance for Europe) Call: H2020-INFRAIA-2016-1, Reference: 730900 – SERA TA Project # 05.
    Il progetto FUTURE si propone di studiare la risposta sismica dei telai di acciaio con diversi tipi di nodi trave-colonna prequalificati, nonché il ruolo dei rivestimenti duttili sotto i terremoti di campo vicino. A tal fine, sono stati condotte prove su tavola vibrante su un modello di telaio in acciaio a 2 piani (5,5 m x 5,5 m) sotto-strutturato da un edificio archetipo di riferimento. Il progetto intende sviluppare regole di progettazione per le zone dissipative completamente smontabili e fornire linee guida per la valutazione affidabile della risposta sismica delle strutture in acciaio con la presenza di rivestimenti duttili. Durata: dal 01/05/2017 al 30/04/2020. Responsabile Scientifico: Prof. Ing. Raffaele Landolfo.
  • HITFRAMES: HybrId Testing of an Existing Steel FRAme with Infills under Multiple EarthquakeS – SERA (Seismology and Earthquake Engineering Research Infrastructure Alliance for Europe) Call: H2020-INFRAIA-2016-1, Reference: 730900 – SERA TA Project # 20.
    Il progetto HITFRAMES mira a: (i) Sviluppare metodi affidabili per la valutazione sismica dei telai in acciaio esistenti, soprattutto in caso di sequenze sismiche; (ii) Sviluppare procedure di progettazione per controventi ad instabilità impedita (BRB) considerando l'influenza dei tamponamenti in muratura; (iii) Valutare l'efficacia dei BRB; (iv) Derivare curve di fragilità per telai in acciaio esistenti con tamponamenti e sistemi rinforzati con BRB e tamponamenti, considerando anche gli effetti delle sequenze sismiche. Il progetto HITFRAMES servirà anche a sviluppare documenti pre-normativi per la valutazione sismica e il retrofitting degli edifici esistenti multi-piano in acciaio. Durata: dal 01/05/2017 al 30/04/2020. Responsabile Scientifico: Prof. Ing. Raffaele Landolfo.
  • Homeland Security
  • INNO3DJOINTS: è un progetto di ricerca Europeo, finanziato dal fondo europeo "Research fund for Coal and Steel" il cui obbiettivo è quello di sviluppare innovativi organi di connessione plug-and-play per sistemi ibridi ad elevata efficienza strutturale in cui alle colonne tubolari sono associati profili leggeri formati a freddo. Coordinatore UR UNINA: Prof. Ing. Raffaele Landolfo.
  • INNOSEIS: è un progetto finanziato dal fondo europeo "Research fund for Coal and Steel" rivolto alla diffusione e valorizzazione di 12 dispositivi anti-sismici innovativi messi a punto nel corso di recenti progetti RFCS europei e nazionali. Il materiale prodotto sarà divulgato a tutti gli attori del settore delle costruzioni metalliche. Coordinatore UR UNINA: Prof. Ing. Raffaele Landolfo.
  • LVS3
  • METROPOLIS (Metodologie e tecnologie integrate e sostenibili per l'adattamento e la sicurezza di sistemi urbani) ha l'obiettivo di definire metodologie, sviluppare tecnologie innovative e sostenibili per la valutazione e la gestione dei rischi naturali ed antropici in ambiente urbano, al fine di indirizzare strategie di mitigazione sulla base di uno strumento integrato di supporto alle decisione. Coordinatore scientifico: Prof. Ing. Gerardo Mario Verderame.
  • METRICS (Metodologie e tecnologie per la gestione e riqualificazione dei centri storici e degli edifici di pregio) è un progetto di ricerca industriale per lo sviluppo di metodologie e tecnologie innovative per favorire la sostenibilità e la sicurezza nei centri storici delle città. Le attività di ricerca sono articolate in obiettivi realizzativi nell'ambito di tre macro ambiti tematici: Sicurezza; Sostenibilità ambientale; Qualità della vita. Coordinatore scientifico: Prof. Ing. Andrea Prota.
  • MITRAS
  • PRIN 2010/11: Modellazione meccanica avanzata di nuovi materiali e nuove tecnologie per la soluzione delle sfide Europee del 2020. Responsabile scientifico: Prof. Ing. Gaetano Manfredi.
  • PRIN 2010/11: Analisi strutturale non lineare. Responsabile scientifico: Prof. Ing. Luciano Rosati.
  • PRIN 2015 PERICLES: Protecting the Cultural Heritage from water-soil interaction related threats. Il progetto è finalizzato allo sviluppo di una strategia di gestione innovativa per i Beni Culturali esposti ai rischi naturali connessi con l'interazione tra acqua e suolo. Il Progetto, inoltre, fornirà criteri per definire le priorità di intervento, metodologie innovative per la valutazione e mitigazione del rischio nonché misure strutturali e non strutturali volte alla salvaguardia e conservazione e valorizzazione dei beni esposti. Coordinatore: Prof. Ing. Raffaele Landolfo.
  • PROHITECH
  • PROVACI
  • RELUIS-DPC 2005-2008
  • RELUIS-DPC 2010-2013
  • RELUIS-DPC 2014-2018 ha per oggetto il Supporto alle attività di gestione tecnica dell'emergenza e connesse ai programmi di prevenzione sismica, per lo sviluppo della conoscenza e l'assistenza alla redazione di norme tecniche, per la collaborazione alle attività di formazione, comunicazione e divulgazione. Nell'ambito del progetto finanziato dal Dipartimento della Protezione Civile, il DiSt svolge attività in diverse linee di ricerca rientranti fra Temi Generali (Strutture in muratura, cemento armato, Acciaio, composte acciaio-calcestruzzo, etc.), Temi territoriali e svariati Progetti Speciali.
  • SBRIplus: è un progetto finanziato dal fondo europeo "Research fund for Coal and Steel" per la divulgazione scientifica dei risultati e della conoscenza sviluppati nel precedente progetto RFCS SBRI, che ha riguardato la messa a punto di un approccio olistico applicato alla progettazione e manutenzione di ponti composti acciaio-calcestruzzo, in cui l'analisi degli aspetti ambientali, economici e funzionali sia considerata in maniera integrata e con riferimento all'intero ciclo di vita del manufatto. Coordinatore UR UNINA: Raffaele Landolfo.
  • SiDMACIB (Structurally informed Design of Masonry Assemblages Composed of Interlocking Blocks): è un progetto di ricerca europeo finanziato nell'ambito del programma quadro Horizon 2020 - H2020-MSCA-IF-2017 (Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowship), finalizzato allo sviluppo di innovativi modelli digitali 3D, basati sulla grafica computazionale, per l'analisi ed il progetto di strutture murarie intese come assemblaggi di blocchi rigidi indentati o con giunti attritivi ortotropi. Il progetto è una ricerca interdisciplinare nei campi della progettazione strutturale, architettonica e computazionale. Durata: 2018-2020. Coordinatore scientifico: Claudia Casapulla.
  • STAR – INTERACTS (Integrated and reliable approaches for sustainability assessment of existing buildings) finanziato da PROGRAMMA STAR – Università di Napoli Federico II & the company Compagnia San Paolo. Principal Investigator: Costantino Menna. Durata: 2017-2019.
  • STRIT
  • TEMPES